" /> My Title page contents


PREMESSA
Nonterritorial è alla ricerca di Nuovi territori, Nuove categorie e Nuovi orizzonti relazionali che sappiano aprire a modi e forme inusitate di fruizione dell’arte.

Musei e collezionisti sono alla ricerca di qualcosa di più di nuove relazioni tra l’opera d’arte e lo spettatore. Sono in cerca di nuove modalità espositive e di strutture in grado di ospitarle.

È in continua crescita il numero di musei e di collezionisti in possesso di importanti collezioni d’arte che non è facile presentare al pubblico. Opere d’arte uniche o collezioni miscellanee sono nascoste in depositi ad alta sicurezza, inaccessibili al resto del mondo.

Negli ultimi anni le strutture narrative, si tratti di opere d’arte, esposizioni, film o video, sono diventate troppo efficienti. Non c’è più spazio per l’evasione. Non c’è più il tempo per ritagliarsi un proprio tempo all’interno della narrazione. Anziché diventare parte dell’esperienza, ne siamo tenuti a distanza. Non abbiamo la possibilità di dialogare con (essa). La maggior parte delle esposizioni sono troppo efficienti, troppo perfette, troppo prevedibili.

Nonterritorial mira a ri-distribuire l’attivo e il passivo. Un altro modo di condividere ‘il tempo e lo spazio’ tra l’opera d’arte e lo spettatore e di definire il valore esperienziale dell’arte.

Una Nuova serie di parametri. Una nuova mappatura. Un Nuovo orizzonte relazionale in continua espansione e un Nuovo modo di coinvolgere il pubblico.

Nonterritorial propone a una molteplicità di geografie e ai relativi artisti una possibile via d’accesso al panorama internazionale, oltre a creare un ponte tra le diverse scene artistiche esistenti.

Si tratta qui di nuovi livelli percettivi, dell’immateriale più che del materiale, e dell’amplificazione delle poetiche.

Nonterritorial crede in un nuovo genere di opera d’arte: quella che non sempre possiamo toccare o portarci via, di cui non sappiamo esattamente dire dove abbia inizio o dove finisca, ma che possiamo certamente sentire.

INTRODUZIONE
Nonterritorial è uno studio audiovisivo dedicato alle forme esperienziali dell’arte e una piattaforma che agevola l’interazione fra gli artisti e gli spettatori. Dischiude agli artisti la possibilità di coinvolgere gli utenti in modo nuovo. Vogliamo aprire nuove strade: come e dove gli artisti creano le opere, l’entità dei modelli espositivi disponibili, il contesto in cui gli spettatori scoprono e fanno esperienza dell’arte.

Puntiamo a creare un nuovo genere di esperienza artistica, una rete viva di ‘Cinematic Preview’, e invitare il pubblico a fare esperienza di una varietà di opere d’arte materiali e immateriali, senza limitazioni geografiche o disciplinari.

Le collezioni d’arte vengono rappresentate ed esperite nella forma di ‘Cinematic preview’, di cui il pubblico può fare esperienza in un modo del tutto inatteso, in contesti globali pubblici o privati, su grande o su piccola scala.

Nonterritorial si adatta continuamente a nuovi contesti e a nuove idee curatoriali, e si prefigge di dar loro voce attraverso i lounge e le installazioni delle ‘Cinematic preview’.

Le ’Cinematic Preview’ sono ogni volta affidate a un curatore esterno, in grado di proporre prospettive nuove e indipendenti su una collezione.

Inoltre, Nonterritorial costituisce una valida alternativa per i collezionisti che potrebbero non avere il tempo o le risorse necessarie a istituire un museo privato.

CINEMATIC PREVIEW
Il modello esperienziale delle ‘Cinematic Preview’ permette ai musei e ai collezionisti di esporre le proprie collezioni a un pubblico globale, senza la necessità di spostare fisicamente le opere.

Nonterritorial mira a creare un ciclo di ‘Cinematic Preview’ che mettano in mostra collezioni pubbliche e private a livello internazionale. È un modello adattabile a un’ampia varietà di location, di spazi e di tempi, e offre al pubblico una diversa idea dell’arte e della sua fruizione.

La 'Cinematic Preview' è un insieme di cinematografia, installazione, spazio, scenografia e suono, tutti elementi che permettono di creare e di esprimere nuove narrative esperienziali. Abbraccia un ampio spettro di mezzi espressivi, integrando film, suono, fotografia, scultura, performance e installazioni site specific.

Ciò che i musei e i collezionisti ottengono è una documentazione audio-visiva di altissimo livello delle opere d’arte, oltre all’opportunità di condividerla con un pubblico internazionale e di avviare una conversazione con numerose geografie.

Gli spettatori ottengono l’accesso a esperienze esteticamente ambiziose e curate nei minimi dettagli, in una varietà di contesti e di spazi in ogni parte del mondo. La ‘Cinematic preview’ trasporta lo spettatore in un mondo tanto diverso quanto imprevedibile, in cui l’opera d’arte viene esplorata a partire da impianti narrativi completamente nuovi.

LOCATIONS
Nonterritorial accresce costantemente la sua lista di location a livello internazionale, concentrandosi sulla creazione di un ponte tra l’Europa e altri continenti, con la possibilità di includere qualsiasi paese o location.

PARTECIPAZIONE
Al termine di un lungo periodo di gestazione, il programma di ‘Cinematic Preview’ di Nonterritorial partirà nella primavera del 2020. Stiamo invitando musei e collezionisti a partecipare, al fine di creare un solido programma di esperienze artistiche.

Back 




Nonterritorial © 2013-2019

Mark